Espansione tissutale

Anestesia
Sedazione/Generale
Durata
50/100 minuti
Ospedalizzazione
Day hospital/Ricovero ordinario
Riposo
20 giorni
Controlli
In relazione all’intervento
Effetti
Immediati
Prezzo
Da 1.000 a 4.500 euro
Vantaggi
Ripristino di una cicatrice lineare e piana.
Cosa è compreso nel prezzo
• quota equipe chirurgica
• quota equipe anestesista
• quota sala operatoria
• materiale e personale di sala
• degenza
• visite e controlli post operatori
Indicazioni
Quando le dimensioni della cicatrice sono ampie e/o in regioni che non ne consentono l’asportazione e la sutura diretta, la metodica più indicata è l’impiego degli espansori tissutali. La cosiddetta “plastica” che talvolta si intende, cioè il trapianto di pelle, è utile per coprire perdite di sostanza per malattia, non certo per migliorare l’estetica di cicatrici già esistenti.

Primo tempo chirurgico è il posizionamento di 1 o più espansori tissutali. L’espansore non è altro che un “palloncino” che contiene una valvola, di forma simile a quelli usati nel seno, e si riempie con soluzione fisiologica.

Guarita l’incisione per posizionarli, seguiranno un ciclo di riempimenti, e dopo alcuni mesi la rimozione dell’espansore e della cicatrice stessa, stendendo la cute ottenuta dall’espansione in modo da coprire il difetto. La pelle espansa sarà cute uguale a quella circostante, dello stesso colore, stessa tessitura, stesso spessore, garantendo il miglior risultato estetico possibile. Gli espansori possono essere posizionati in ogni parte del corpo, compreso il viso e il cuoio capelluto.
L’intervento
Primo tempo: posizionamento dell’ espansore

Anestesia sedazione/ generale
Durata 50-100 minuti
Ospedalizzazione Day Hospital, 1 notte
Riposo 20 gg

Mediante una piccola incisione vicino alla cicatrice da asportare, si crea uno spazio adeguato per il posizionamento dell’espansore, al di sotto della cute o della fascia muscolare. Si impiegano diversi tipi di espansori, di diversa forma e volume. L’espansore è un palloncino vuoto o contenente una certa quantità di soluzione fisiologica, e può essere riempito parzialmente già durante l’intervento.
Un mese dopo il suo posizionamento, uno o più riempimenti a cadenza settimanale/mensile consentono di espanderlo ottenendo l’espansione cutanea necessaria (di cute sana). Precisi calcoli consentono di stimare la cute necessaria da ottenere con l’espansione, prima di procedere con il secondo intervento.
Almeno 4 mesi dopo il posizionamento, si può programmarne la rimozione dello stesso.

Secondo tempo (rimozione dell’ espansore, asportazione della cicatrice e rimodellamento della pelle espansa)

Anestesia sedazione/ generale
Durata 60-100 minuti
Ospedalizzazione Day hospital,1 notte
Riposo 20 gg

La rimozione dell’espansore consente di “stendere” la cute espansa e coprire il difetto creatosi dall’asportazione della cicatrice. Le ferite saranno ora suturate in modo estetico, senza tensione, con punti interni. La cute, sia essa con capelli (cute del cuoio capelluto), o di un arto superiore o inferiore, avrà il medesimo colore e spessore cutaneo di quella circostante.
Il ritorno a casa
Il dolore è controllato adeguatamente nella prima settimana con i comuni antidolorifici e antinfiammatori.
Risultati attesi
L’espansione cutanea, quando indicata, dà ottimi risultati.

Falsi miti

Il trapianto di pelle o (innesto cutaneo) non consente di migliorare l’estetica delle cicatrici, anzi crea una cicatrice ulteriore laddove la pelle viene prelevata. Gli espansori tissutali consentono un miglioramento notevolmente superiore.
Possibili complicanze
Scarsa pianificazione operatoria.
PreviousNext
Per info e appuntamenti
329.2552897
Nome e Cognome E-mail Telefono A che ora possiamo contattarti ? Seleziona il trattamento Messaggio I tuoi dati saranno trattati in base alla legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)